Erbe aromatiche: come riprodurle da soli!

Intenta a fare gli ultimi lavori di giardinaggio prima dell’arrivo del freddo, ho notato come le erbe aromatiche accuratamente piantate in primavera in luogo ideale per l’esposizione a sud, adesso siano diventati degli enormi cespugli.

Diventa necessario quindi potarle dandogli una forma corretta e predisporle ad affrontare l’nverno. A questo punto mi sono trovata con una discreta quantità di rami tagliati che buttar via sarebbe stato sicuramente un peccato. Allora mi sono venute delle idee, una ve la racconto.

Avete mai sentito parlare di talee??

Un metodo che serve per propagare molto piante tra cui quelle aromatiche. Si parte dalla pianta madre dalla quale abbiamo ricavato dei rami; questi una volta tagliati in piccole porzioni di 5-6cm si defogliano nella parte inferiore e si infilano in piccoli fori riempiti con del terriccio da semina. Questo metodo può essere usato per le piante più legnose come salvia, rosmarino, lavanda, timo ma anche per quelle più erbacee tipo la menta,origano e maggiorana.

I primi risultati si cominciano a vedere dopo circa 30-40 giorni quando sollevando delicatamente le piantine notiamo un discreto appartato radicale. Sarà comunque meglio attendere il periodo primaverile per alloggiarle in un vaso sul balcone.

Questo ci permetterà di adornare la nostra terrazza ma soprattutto di utilizzare in cucina delle erbe aromatiche coltivate da noi!

Fatemi sapere nei commenti se avete mai provato a fare talee di erbe aromatiche!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...